UA-68155207-1 Come scrivere un reclamo telefonico | Come scrivere una lettera

Ads

come-scrivere-un-reclamo-telefonico

Come scrivere un reclamo telefonico

Smartphone sempre più stupefacenti, tariffe sempre più convenienti ( almeno a sentire la pubblicità), navigazione sempre più veloce, ma quando, poi, occorre fare un reclamo ad una delle tante compagnie telefoniche, non sempre è così facile. Anzi, talvolta, il farlo rappresenta una vera impresa.
Tra le maggiori difficoltà, ad esempio, indirizzarlo al recapito corretto, considerando come, non di rado, le compagnie cambino recapiti o varino le procedure stesse. Da questo punto di vista il primo passo da compiere resta quello di andare sul sito di riferimento o individuare l’indirizzo corretto dalla propria ultima bolletta.

Inutile sottolineare come non esista il modello perfetto: la miglior stesura del reclamo, infatti, dipenderà dalle condizioni contrattuali, dalla carta dei servizi, le normative o le prassi aziendali ( spesso sul sito del nostro fornitore, ad esempio, sono presenti format da scaricare e utilizzare, o contattando il numero verde, sarà cura dell’assistenza clienti inviarcelo).

In questo caso affronteremo una generica elaborazione di una domanda di reclamo, compilata autonomamente, indicando gli elementi necessari, la loro collocazione e come sviluppare il corpo della  lettera, mutuandone la costruzione secondo i canoni della classica lettera commerciale

Lettera di reclamo

  1. In alto a sinistra indichiamo il nostro nome, preferibilmente accompagnato dal nostro codice cliente o numero mobile, permettendo di identificarci con maggiore facilità, e indirizzo e recapiti di ricontatto
  2. Nella linea successiva, a destra, i riferimenti del destinatario ( vale a dire l’ufficio competente o dell’assistenza clienti). Nulla ci vieta, naturalmente, di poter inviare più di una lettera di reclamo, indirizzandolo ai potenziali responsabili.
  3.  Come terzo punto,  occorre inserire l’oggetto della lettera.  In questo caso, la cosa più ovvia e utile, sarebbe inserire una dicitura tipo “Reclamo contestazione fattura n. … del …“, qualora si contesti un problema di tariffazione o ” Segnalazione guasto (0 disservizio del) ” nel caso in cui la comunicazione verta su una problematica diversa
  4. Segue il corpo del reclamo, con poche righe, dove descrivere sinteticamente e soprattutto rimando focalizzati sull’oggetto della comunicazione, ( difficilmente un romanzo sarebbe ben accetto, rischieremmo solo di annoiare chi gestirà il reclamo e costringerlo a leggere a spizzichi e bocconi lo stesso) il motivo del nostro reclamo.
  5. Non obbligatorio, ma sempre utile, indicare nel corso della descrizione eventuali contatti telefonici o altre comunicazioni già avvenute relativamente al problema o segnalazioni a legali o associazioni consumatori (sebbene, in questa prima fase, rappresenterebbe un’opzione affrettata). Utile, inoltre, sempre indicare le modalità di trasmissione della comunicazione. Abbiate cura, quindi di inserire la formula “a mezzo fax al n. _________“, se inviata solo via fax, o integrando la dicitura con anticipata, “a mezzo fax al n. _________“, qualora si decida di avanzare il reclamo a mezzo fax e via posta.
  6. Data e firma

 

 




Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *